Vai al contenuto principale »

Cerca nel Sito

Subtotale Carrello: € 0,00

Subtotale Carrello: € 0,00

Introduzione alle piante madri e la clonazione indoor

Saper crescere con successo e poi clonare da una pianta madre è una competenza fondamentale per il coltivatore indoor. Questo articolo spiega che cos'è una pianta madre, come scegliere la pianta madre giusta, e come creare cloni da una pianta madre.

Che cos'è una pianta madre?

Una pianta madre, per definizione, è una pianta adulta e in salute che esiste solamente perchè il coltivatore possa prendere talee, o cloni, dalla pianta stessa. I cloni sono poi cresciuti come piante separate. Lo scopo primario ed il vantaggio di una pianta madre è quello di ridurre notevolmente la quantità di tempo necessaria per avviare un nuovo ciclo di coltivazione indoor.

È più veloce utilizzare una pianta madre perché richiede molto meno tempo crescere da un clone che partire dal seme. Inoltre è più inaffidabile partire dal seme perchè il seme può non germinare, non si sa il sesso della pianta e le caratteristiche che presenterà.

La clonazione, se fatta correttamente, può avere un tasso di successo del 100%. Molti growers scelgono di iniziare la clonazione e avviano un secondo ciclo a metà strada del loro primo ciclo di fioritura.. Ciò consente di avviare la fioritura di un secondo gruppo di piante, non appena il primo gruppo è raccolto. Il vantaggio è che si avrà sempre le piante nel ciclo di fioritura aumentando il rendimento, riducendo notevolmente la quantità di tempo tra i raccolti. Questo metodo di coltivazione a doppio ciclo con cloni è molto usato tra orticoltori professionisti, in quanto è un modo molto efficiente per aumentare resa e guadagni.

Mantieni le piante madri sane e rigogliose con:


pianta madre

 

Come si sceglie una pianta madre?

Scegliere la pianta madre giusta  per il vostro giardino è facile. Consiglio generalmente una pianta madre dal seme, anche se è possibile avviare una pianta madre di un clone. Se si decide di avviare una pianta madre da un clone, quindi assicurarsi che la pianta non è venuta da una lunga serie di cloni.

Purtroppo ci sono problemi con le piante madri che sono venute da una lunga serie di cloni:
- riduzione dello sviluppo
- crescita instabile
- calo dei rendimenti

Si consiglia di iniziare una pianta madre dal seme per essere sicuri. Se si avvia un pianta madre di un altro clone, allora si può saltare questa sezione e passare alla sezione "Come clonare da una pianta madre" di seguito.


Piante madri partendo dal seme
La prima cosa che si vuole fare è far germogliare più di un seme per avere una scelta tra più piante.  Anche se necessitiamo di una sola pianta madre facciamo germogliare più semi per una buona ragione.

Il motivo per cui ci accingiamo a crescere più potenziali piante madri in un primo momento è perché anche se una partita di semi potrebbero provenire dalla stessa pianta, ogni pianta può presentare caratteristiche uniche note come fenotipi. Ad esempio, alcune piante si estendono e crescono alte, altre sono corte e folte. Alcune piante sembrano crescere meglio di altre. E 'tutto genetica!

Dopo aver ottenuto i semi è il momento di crescere! Germinate i semi e piantateli, una volta raggiunta un'altezza un'altezza gestibile, si vuole determinare il loro sesso. Vogliamo determinare il sesso delle piante in modo che sappiamo che cosa stiamo lavorando. Potrebbe essere necessario cercare su google per come determinare il sesso della pianta che si sta lavorando.

Vogliamo determinare il sesso della pianta perché le piante maschili producono polline. Se una pianta femmina è impollinata allora produrrà semi. Non vogliamo semi, vogliamo frutta o verdure o fiori o qualunque cosa tu stai crescendo. Quando le piante raggiungono un livello ragionevole di crescita, almeno 5 nodi foglia, li costringiamo a fiore cambiando il programma di luce in 12 ore con le luci accese e le 12 ore con le luci spente.

Ci vorrà un po 'di tempo prima che le piante iniziano a mostrare i segni del loro sesso.  Forse intorno ai 15 / 20 giorni a seconda della genetica, tipo di luce, ecc.  Una volta che sapete il sesso delle vostre piante, buttate i maschi e mantenere le femmine.

A questo punto si dovrà prendere una decisione. Che pianta femminile sembra la migliore? Ti consigliamo di mantenere quello che meglio soddisfa le vostre esigenze. Io di solito scelgo le piante che sono basse, folte, sane e forti. Se stai coltivando indoor allora ti consigliamo di scegliere le piante che presentano le caratteristiche ideali per la vostra applicazione.

Una volta scelta quale pianta madre che si desidera, cambiate le ore di luce e date18 ore accesse  e 6 ore di buio.

Lascia la tua pianta crescere un paio di giorni per recuperare dallo scock subito per il passaggio di luce prima di prendere cloni. Il passaggio di luce a 18/6 dovrebbe fermare la fioritura e tornare ad uno stato vegetativo nel giro di pochi giorni. Una volta che è stabile sarete in grado di iniziare la clonazione.

 

Come clonare da una pianta madre

Prendendo cloni da una pianta madre è molto semplice. Prima di iniziare la clonazione, assicuratevi di avere i giusti strumenti:

Cubi lana di roccia o Root Riot
Radicante Biomagno Rizogenesi
Bisturi sterile
Miniserra (usare le miniserre rigide ventilate)
Nebulizzatore Spray
Tappetino riscaldato 
Luce neon per vegetativa 

  1. Kit Taleaggio Advanced

    Kit Taleaggio Advanced

    € 58,90
    disponibile
  2. Kit Taleaggio ECO

    Kit Taleaggio ECO

    € 27,50
    disponibile

Passo 1.) Taglia con il bisturi pulito con un angolo a 45 gradi un ramoscello con una foglia o due. Si vuole tagliare con un angolo di 45 gradi, perché questo aiuterà le radici del clone a radicare più velocemnete grazie ad uno spazio più ampio dove attecchire. Se la foglia è molto grande, allora si può tagliare a metà. Questo aiuterà il clone a concentrarsi maggiormente sul sistema radicale e meno sulla foglia stessa.

Punto 2.) Immergere l'estremità tagliata del nuovo clone nel radicante e lasciarla per circa 30 secondi. Inserire l'estremità del taglio del clone nel cubo di lana di roccia o nel cubo del root riot. Compattare la lana di roccia intorno alla base del clone in modo che non vi siano sacche d'aria. Non spremere troppo stretto.

Fase 3.) Collocare il clone appena preparato nella miniserra rigida ventilata e spruzzare con il nebulizzatore. Assicurarsi che il substrato usato sia molto bagnato. Questo perché se il clone si asciugasse troppo e si venisse a formare una bolla d'aria si rischia l'appassimento del clone.  
Posizionare il tappetino riscaldante sotto la miniserra e coprire il vassoio con il coperchio per aiutare a mantenere l'umidità elevata.
Mettere il vassoio sotto una luce per vegetativa (bianca) - Si consiglia di utilizzare delle luci al neon o cfl alto rendimento. Lampade a scarica possono essere usate se esperticon il procedimento.

Punto 4.) Una volta che vedete un paio di radici fuori uscire dalla lana di roccia, allora è possibile trasferire i cloni. Il trapianto è facile, basta inserire la lana di roccia nel vostro substrato di crescita.

taglio del clone con bisturi