Vai al contenuto principale »

Cerca nel Sito

Subtotale Carrello: 0,00 €

Subtotale Carrello: 0,00 €

 

 

 

 

 

 

 

Ecco 4 Semplici Punti Chiave per Coltivare la Canapa Legale

La Canapa Light, ormai non ha bisogno di presentazioni, è arrivata sul mercato italiano come un fulmine a ciel sereno e ha subito attirato l’attenzione dei consumatori italiani, ma soprattutto dei produttori. Dato il perfetto clima italiano e la nostra terra ricca di sostanze nutritive, sono in molti che si chiedono se iniziare a produrla e in che maniera. Nel seguente articolo faremo un riassunto dei punti chiave della coltivazione della canapa.


Coltivazione canapa light


SELEZIONE DELLE GENTICHE

La fase iniziale della produzione parte dalla selezione delle genetiche e dai semi di canapa certificati che si vogliono utilizzare. Bisognerà selezionare una genetica dioica dividendo le femmine dai maschi, in modo tale da avere delle infiorescenze senza la presenza di semi. La normativa italiana consente la coltivazione solo delle genetiche presenti nel registro europeo, bisogna per forza scegliere tra quelle.

Le genetiche migliori sono le italiane che presentano un alto contenuto di CBD e sono abbastanza stabili per il contenuto di THC parliamo di Eletta Campana, Carmagnola, Carmagnola selezionate etc.


TERRENO E IRRIGAZIONE

La canapa preferisce un terreno profondo, dotato di sostanze nutritive e molto drenante in modo tale da evitare ristagni d’acqua che non fanno bene alla pianta. Risulta essere una pianta molto adattabile e quindi è possibile coltivarla anche fino a 1500 metri di altitudine.
La radice della canapa è fittonante e quindi scende in profondità in modo tale da reperire l’acqua anche nei periodi di siccità, arrivando agli strati sottostanti del terreno. Per preparare il terreno si possono usare le comuni tecniche di fresatura prima della semina con una lavorazione principale a circa 30 centimetri di profondità, oppure si può usare una tecnica “no tillage” ovvero con una lavorazione minima del terreno e un bassissimo impatto ambientale, in questo caso dipende molto cosa era stato piantato prima nel terreno.
La quantità di seme consigliata è di 50 chilogrammi per ettaro (10mila mq). 

  1. Terriccio Biobizz All Mix 50L

    Terriccio Biobizz All Mix 50L

    17,77 € 16,88 €
    -6% Risparmi 0,89 €
    disponibile
  2. Bancale Terra Biobizz Light Mix 20L - 120 Sacchi

    Bancale Terra Biobizz Light Mix 20L - 120 Sacchi

    773,99 € 565,34 €
    -27% Risparmi 208,65 €
    disponibile

 

Ovviamente si può utilizzare una macchina seminatrice automatica, ma la tecnica migliore sarebbe piantare i semi e crescere le piante per creare una selezione cercando di dividere i maschi dalle femmine, per poi trapiantare le piante in terreno, in questo modo si avrà anche un vantaggio sulle piante infestanti che cresceranno meno della canapa e saranno più facilmente individuabili e facili da estirpare.

L’irrigazione è importante, ma la canapa come detto prima non è una pianta che ha bisogno di dosi massicce di acqua, quindi se la coltivazione si trova in una regione molto piovosa non si consiglia una irrigazione goccia a goccia o comunque continua, invece soprattutto al sud dove le precipitazione sono assente o scarse bisogna basarsi su un'irrigazione costante.

Il periodo per seminare va da fine Febbraio fino ai primi di Aprile.


CONCIMI

Dipende molto dal tipo di terreno che si userà, esistono vari tipi di terriccio disponibili in commercio che consentono di aggiungere sostanze nutritive al terreno in modo tale da non avere bisogno di aggiungere molti concimi liquidi durante il ciclo.
La pianta di canapa si nutre principalmente di azoto, fosforo e potassio. Una concimazione generale potrebbe essere quella di utilizzare 100 unità di azoto, 60 di fosforo e 80 di potassio ad ettaro.

Ovviamente si possono utilizzare concimi esterni al terriccio quando la pianta ne ha bisogno, quindi possiamo trovare diverse linee di concimi con le precise indicazioni di dosaggio e tempistiche per la somministrazione.
Una linea biologica molto usata è senza dubbio la Biobizz, di origini Olandesi che gode di ottima reputazione.

 


RACCOLTA

Il fiore va raccolto a maturazione fisiologica, quando è al massimo sviluppo ed è presente il maggior numero di tricomi e sostanze come cannabinoidi e terepeni. In outdoor la pianta (dipende dalla gentica) si raccoglie mediamente a fine settembre fino a metà Ottobre, molte delle genetiche di canapa light vengono raccolte precocemente in modo da limitare l’aumento del THC che non deve sforare i limiti di legge.

Per la raccolta del fiore la raccolta va fatta a mano per non rovinarlo, visto che la vendita sarà al dettaglio e non a livello industriale. Diciamo che la raccolta, l’essiccazione e la pulizia sono forse le fasi più importanti per la buona riuscita di un raccolto, se si sbaglia una di queste cose si rischia di buttare via mesi di lavoro.
Bisogna essiccare in stanze con umidità e temperatura controllate, in questo caso l’umidità deve rimanere costante a 60%, la temperatura può rimanere tra i 15 e i 22 gradi, la stanza deve essere priva di luce solare, per evitare la perdita eccessiva di acqua o la creazione di muffe oppure ancora la degradazione dei cannabinoidi o dei sapori.

Dopo che il fiore sarà pronto ed essiccato si procederà alla fase di trimming, inizialmente era sempre fatto a mano ora abbiamo una grande scelta di macchine automatizzate in grado di pulire il fiore delle foglie in eccesso e fare in modo di essere presentato nella sua forma migliore.

 

PRODOTTI CANAPA

La canapa viene usata in molti campi importanti, dal benessere del corpo all'uso alimentare. I prodotti più gettonati che troviamo oggi sul mercato Italiano sono:

1. Infiorescenza di canapa legale
Sono i fiori della pianta che contengono un basso contenuto di THC ed un elevato contenuto di CBD.

2. Olio di Cbd
Olio estratto dal fiore della pianta contenente solo il principio attivo CBD chiamato anche "cannabidiolo".

3. Terpeni canapa puri
Estratto privo di THC. I terpeni sono il "sapore e profumo" vero e proprio della pianta stessa.

4. Olio di semi di canapa biologico
Ottimo in cucina e per il benessere di tutta la famiglia.