Vai al contenuto principale »

Cerca nel Sito

Subtotale Carrello: € 0,00

Subtotale Carrello: € 0,00

Come scegliere la lampada indoor – Un fattore chiave della Coltivazione Indoor

Home / Guida coltivazione indoor / Come scegliere una lampada per coltivazione indoor

 

Quali aspetti considerare nella scelta della lampada per il mio GrowBox? Si sa, è un fattore determinante, perciò bisogna fare una serie di considerazioni prima di fare scelte avventate… 
Certo che la scelta del giusto kit lampade per coltivazione non è facile, ci sono moltissimi tipi di kit luce indoor, di diverso vattaggio e spettro di luce.

Quindi quello che vi suggeriamo di fare, prima ancora di scegliere la lampada, bisogna osservare la capienza del vostro box e, conseguentemente, il numero di piante da coltivare.


Rapporto area di coltivazione – numero di vasi

Quanti metri quadrati disponete? Questa è l’unica domanda che dovete porvi, prima ancora di immaginare quante piante vorrete far crescere. In base alla superficie a disposizione e alle lampade che disporrete avrete più o meno risultati. Per quanto riguarda la scelta della lampada, qualunque wattaggio superiore può essere vanificato da un eccesso di vasi: la luce dovrà essere “divisa” tra le piante, che dovranno lottare tra loro per la luce. Ricordate: meno vasi, più sviluppo per ogni pianta (e maggiori risultati per pianta).

L’esperienza di coltivatore farà il resto tra scegliere 8 o 12 piante: probabilmente la via di mezzo può essere virtuosa, ma solo col tempo e con gli errori che farete sarete in grado di trovare il giusto numero di piante per il vostro kit di coltivazione indoor. Quindi ricordatevi che quando sarete li per allestire la grow room non fatevi prendere dalla fretta e optate per un numero di piante che abbiano sufficentemente spazio per svilupparsi.


Che lampada per coltivazione scegliere?

Innanzitutto, dovrete scegliere tra 3 categorie principali:
1. lampade CFL a basso consumo
2. lampade hps agro
3. lampade a led per coltivazione indoor.

Le lampade compatte fluorescenti (CFL) sono perfette per spazi piccoli (sotto al 1m/2), perché non emettono una luce troppo forte e penetrante, evitando di emanare troppo calore e di limitare la dissipazione della luce (l’intensità luminosa cala a seconda del percorso che deve fare per raggiungere le foglie delle piante). Tali lampade sono adatte maggiormente a piccoli spazi, con molti vasi medio/piccoli e poca luce necessaria.

Al momento della fioritura, invece, si utilizzano vasi più grossi e il fabbisogno di luce e spazio (per ogni singola pianta) cresce. Ecco entrare in scena, quindi, le lampade HPS per fioritura a scarica di gas, che producono più luminosità e più calore rispetto alle CFL. Attenzione però: occhio alla distanza minima tra la pianta e questo tipo di lampada, per evitare bruciature alla pianta. Vi consigliamo di seguire la guida su come installare una lampada hps nella grow box.

Le lampade a led rappresentano l'ultima innovazione nel campo dell'illuminazione per coltivazione indoor, sono un giusto compromesso tra consumi e resa finale.  



Per scegliere la lampada indoor più adatta, potete far riferimento a questi valori:

 

tabella lampade hps agro

 

tabella lampade led

 

tabella lampade cfl

 

 

Coltivare con un GrowBox o una GrowRoom ottenendo risultati significa operare delle scelte oculate a livello di illuminazione, soprattutto quando si entra nella fase di fioritura, in cui semplici lampadine da 40 watt, utili per far sopravvivere le piante, possono in realtà ben poco.

 

Infine, per ciò che concerne lo spettro luminoso della lampada, basta sapere che esistono 3 diverse gradazioni:

1)    Gradazione per la fase Vegetativa: con luce bianco freddo con spettro compreso tra i 4000K° e i 6500K° (480 nanometri), la crescita delle piante sarà tale da ridurre la distanza dei nodi, con larga produzione di foglie e crescita del fusto. Ideale per la crescita, con 18 ore di luce e 6 di buio.

2)    Gradazione Agro, con luce tendenzialmente giallastra (2100K° di spettro) ma con uno spettro azzurro freddo simile alla gradazione per la fase vegetativa. Può essere usata abbastanza bene sia per una fase vegetativa, sia per una fase di fioritura. E’ la via di mezzo tra le altre due gradazioni.

3)    Gradazione per la fase di Fioritura: luce giallastra – 2700K° (655 nanometri). . E’ una luce adatta per far fiorire la pianta, specie con un fotoperiodo equamente suddiviso tra 12 ore di luce e 12 di buio.

Per ulteriori informazioni sui spetri di luce potete consultare la guida spettri di luce nella coltivazione indoor 

Altre guide interessanti le potete trovare cliccando questo link: GUIDA COMPLETA COLTIVAZIONE INDOOR