Vai al contenuto principale »

Cerca nel Sito

Subtotale Carrello: € 0,00

Subtotale Carrello: € 0,00

Guida ai vaporizzatori per uso terapeutico

Che cos'è un vaporizzatore?

Un vaporizzatore è un dispositivo che riscalda erbe essiccate, olio o liquidi aromatizzati ad una temperatura alla quale si rilasciano i loro principi attivi in un vapore aromatico.
In questo processo l'erba o liquido non si bruciano, e, quindi, non viene generato alcun fumo. Anche se il vapore può sembrare fumo, non contiene nessuna delle particelle tossiche e nocive come il catrame, il benzene, il toluene o naftalene ecc.

Che contiene il vapore?

Partiamo dal fatto che le piante e gli alberi contengono numerosi oli volatili, la maggior parte dei quali li percepiamo come aromi gradevoli. Quando camminiamo attraverso un bosco e notiamo l'odore di un pino, stiamo annusando gli' oli eterici emessi da questi albero . O quando camminiamo passando vicino un campo di lavanda , sono gli oli essenziali nei fiori che entrano nelle nostre narici. Molti di questi oli non sono semplicemente piacevoli ai nostri sensi , ma hanno un effetto benefico sulla nostra salute. L'olio di lavanda , per esempio , calma i nervi , migliora il sonno , ed è stato utilizzato in Grecia , Roma e la Persia per disinfettare le camere dei malati .



Vaporizzatori per Aromaterapia:

Nel corso della storia e in tutto il mondo, gli oli essenziali di eucalipto , rosmarino , camomilla , gelsomino , cannabis , melissa , rosa , salvia e timo sono stati utilizzati in profumi e miscele di incenso per i loro effetti benefici sul corpo e la mente . Un vaporizzatore per aromaterapia è un dispositivo che viene utilizzato per liberare i principi attivi delle erbe medicinali o ricreative in modo che possano essere inalati per effetti immediati. Vaporizzare è un'alternativa più sana e più efficiente al fumo dovuto alla combustione.


vapore benefico nei polmoni


Perchè è meglio usare un vaporizzatore?

1. Niente più posaceneri puzzolenti. Una volta finita la vaporizzazione rimane solo la materia vaporizzata secca e inodore.
2. Il vapore emesso è meno nocivo del fumo perchè non contiene le sostanze cancerogene sprigionate durante la combustione.
3. Si riesce ad ottenere più principio attivo se la sostanza viene vaporizzata che fumata, quindi c'è un notevole risparmio.
4. Mantenere un vaporizzatore costa meno che acquistare cartine, filtri ed accendini di continuo.
5. Sapore puro! Non viene alterato con la combustione.
6. Il vapore emesso non irrita la bocca, gola e non nuoce ai polmoni.

 


La temperatura dei Vaporizzatori

Quando acquistate un vaporizzatore portatile oppure da tavolo, la prima cosa che dovete capire è a quale temperatura impostarlo. Ovviamente la temperaratura varia in base al tipo di materia che si vuole vaporizzare. Di solito non si eccedono mai i 210°C perchè si potrebbe rischiare di passare alla combustione. Di fatti quasi tutti i vaporizzatori per aromaterapia non superano mai i 230°C.
Per esempio il vaporizzatore Volcano arriva a 230°C ed anche il vaporizzatore Davinci Ascent raggiunge i 220°C 

 

 


Guida temperatura vaporizzatore

Ecco cosa riporta il grafico:
- dai 140 ai 170°C si vaporizzano erbe o tabacco molto secco
- dai 170 ai 190°C si vaporizzano la maggior parte delle sostanze mediamente umide
- dai 190 ai 215°C si vaporizzano erbe o tabacco molto umide